Scommesse sportive online, stop alle giocate su eventi con under 18

Nuovo giro di vite in Italia sulle scommesse sportive, su quelle online come in agenzia, relativamente agli eventi sportivi caratterizzati dalla presenza di atleti con un’età inferiore ai 18 anni. Dall’1 giugno del 2019, infatti, i bookmakers aams, ovverosia quelli autorizzati ed abilitati ad operare in Italia, non potranno più proporre quote, e quindi bancare, eventi sportivi da tutto il mondo riservati agli under 18 così come prevede una determinazione del direttore dell’ADM, l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli di Stato. 

La determinazione, che è datata 16 aprile del 2019, è stata firmata dal direttore dell’ADM, riporta ilsole24ore.com, in attuazione al divieto che, nell’ambito del contrasto e della prevenzione legata alla manipolazione di competizioni sportive, è previsto dalla Convenzione di Macolin del Consiglio d’Europa. 

In accordo con quanto si legge sul sito Internet del Consiglio d’Europa, con la Convenzione sulla manipolazione di competizioni sportive i Governi dei Paesi dell’Ue vengono esortati a adottare misure legislative che mirino a prevenire i conflitti di interesse tra gli operatori delle scommesse sportive e gli organizzatori, e che nello stesso tempo incoraggino le autorità di controllo delle scommesse sportive a lottare contro le frodi, limitando o sospendendo, se necessario, la possibilità di effettuare scommesse sportive. 

In più, la Convenzione di Macolin  mira ad inasprire la lotta contro le scommesse sportive illecite, consentendo la chiusura o la limitazione dell’accesso agli operatori coinvolti ed il blocco dei flussi finanziari tra questi ultimi e i consumatori in accordo con quanto si legge sul sito Internet coe.int. 

Infine, la Convenzione chiede alle organizzazioni sportive e agli organizzatori delle competizioni di adottare e di implementare regole più rigide per combattere la corruzione, ma anche sanzioni e misure disciplinari e dissuasive appropriate in caso di violazioni, e principi di buona governance a fronte di garanzie per gli informatori e per i testimoni. 

fonte: http://unipd-centrodirittiumani.it/it/news/Consiglio-dEuropa-lItalia-ratifica-la-Convenzione-sulla-manipolazione-di-competizioni-sportive/4931